Sulla nuova cabinovia da primato di Sölden

Giggijochbahn
La nuova cabinovia Giggijochbahn

A Sölden (Oetztal/Tirolo) è stata inaugurata la nuova cabinovia Giggijochbahn, un impianto da primato per il numero di passeggeri/ora trasportabili: 4’500. La nuova cabinovia, costruita dalla ditta austriaca Doppelmayr di Wolfurt (Vorarlberg), ha una velocità massima è di 6,5 metri al secondo e impiega 9 minuti per superare silenziosamente una distanza di 2’650 metri e 920 metri di dislivello.

A disposizione ci sono 134 cabine da 10 posti ognuno con uno spazio maggiore di 20 centimetri rispetto alle cabine classiche. Tutto il tracciato è illuminato anche la sera ed è munito di telecamere e di altoparlanti di sicurezza. All’arrivo alla stazione a monte, le cabine permettono la discesa direttamente in pista, senza barriere.

La stazione, opera dell’architetto Johann Obermoser, è costruita in acciaio e ricoperta di fogli trasparenti. Al suo interno ci sono un deposito sci di circa 250 metri quadrati e un negozio di sport. La stazione a valle è un edificio stretto e lungo, nel centro di Sölden. Per la copertura è stato impiegato un foglio specchiante che riflette il paesaggio alpino. Due scale mobili accedono direttamente al piano delle cabine.

Entrambe le stazioni sono riscaldate con energia pulita, come previsto dal protocollo della società degli impianti di risalita di Sölden. Quella a valle dispone di una pompa di calore collegata al sottosuolo, mentre a monte c’è un sistema di riscaldamento ad aria.

Info: www.soelden.com